Jin Ju al Festival di musica da camera della Versilia

La pianista aprirà il Festival domenica 5 luglio alle 21.15 con musiche di Rameau, Debussy e Chopin

Saranno le musiche di Rameau, Debussy e Chopin eseguite dalla pianista Jin Ju a dare il via, domenica 5 luglio alle 21.15, all’edizione 2015 del Festival da camera della Versilia, la rassegna musicale organizzata dall’Associazione Musicale Lucchese e dal Comune di Massarosa nella stupenda cornice dalla chiesa romanica di Pieve a Elici. Un appuntamento estivo imperdibile, da 48 anni a questa parte, per gli appassionati di musica classica.

Quello di Jin Ju è un graditissimo ritorno a Pieve a Elici. La talentuosa pianista, infatti, si è già esibita nella chiesa di S. Pantaleone nel 2011, poco dopo essere salita alla ribalta mondiale grazie all’incredibile performance nella Sala Nervi, nella Città del Vaticano, dove ha suonato sette pianoforti d’epoca, dagli inizi del sec. XIX ai nostri giorni, per Sua Santità Benedetto XVI. Premiata in prestigiosi concorsi internazionali quali il Cajkovskij di Mosca e il Queen Elizabeth di Bruxelles, Jin Ju si è esibita nelle più importanti sale da concerto in Europa, America, Asia e Oceania. Collabora stabilmente con varie istituzioni musicali e tiene regolarmente lezioni e masterclass in Cina, Europa e Stati Uniti.

Di Jean-Philippe Rameau, considerato da molti il più importante operista francese, Jin Ju suonerà la Gavotte avec les Doubles de la Gavotte in la minore. Il programma proseguirà con la prima serie di Images di Claude Debussy, tre pezzi che sembrano quasi tradurre in suono le innovazioni tecniche ed espressive dei maestri della pittura di fine Ottocento e per questo considerati come prototipi del cosiddetto “impressionismo” musicale del genio francese. Sempre di Debussy, Jin Ju eseguirà i Sei Studi, parte delle dodici composizioni scritte nell’estate del 1915 e dedicate a Chopin. Il concerto si chiuderà con quattro opere di Fryderyk Chopin, universalmente riconosciuto come grande innovatore dell’armonia e pianista dalla tecnica così originale da riuscire a utilizzare lo strumento quasi come una voce umana. Di Chopin Jin Ju suonerà le Tre mazurche Op. 59, i Due Notturni Op. 62Barcarola in fa diesis maggiore Op. 60 e Polacca-Fantasia in la bemolle maggiore Op. 61.

VISUAL IDENTITY PROJECT by AMUSART®
Concept & art direction: Tiziana Tentoni
Photo shooting: Alberto Mantegna
Website: Ecograph
www.amusart.com